Cookie Consent by Free Privacy Policy website Il 46° Tour of the Alps viaggia con Suzuki Hybrid
aprile 03, 2023 - Suzuki Auto

Il 46° Tour of the Alps viaggia con Suzuki Hybrid

cover

In breve: 

- Suzuki supporterà l’Organizzazione della corsa a tappe Tour of the Alps fornendo allo staff una flotta 100% hybrid composta da Swace Hybrid, Vitara hybrid e Across Plug-in 

- Le auto viaggeranno a fianco degli atleti e organizzatori durante i 5 giorni di competizione per garantire supporto tecnico e logistico 

- La Suzuki Lounge, all’arrivo di ogni tappa, sarà l’hospitality dedicata a organizzazione, stampa e atleti 

Suzuki sarà Auto del 46° Tour of the Alps 2023, l’avvincente corsa a tappe Euroregionale che si svolgerà dal 17 al 21 aprile prossimi tra il Tirolo, l’Alto Adige e il Trentino. La manifestazione, che costituisce uno degli eventi clou nel calendario primaverile UCI Pro Series, vedrà la Casa di Hamamatsu supportare l’Organizzazione del Gruppo Sportivo Alto Garda, fornendo una flotta 100% hybrid composta da Swace, Vitara e Across.
Lo staff utilizzerà la flotta Suzuki per muoversi lungo il tracciato per tutte le esigenze logistiche legate all’evento di gara e garantirà ai ciclisti in corsa il supporto tecnico necessario.
Suzuki scenderà in corsa con differenti tecnologie ibride: dal sistema 140V di Vitara Hybrid a quello a 207V di Swace Hybrid, per arrivare infine al raffinato 335V plug-in hybrid di Across, in grado di fornire un’autonomia in modalità elettrica fino a 98 km in città secondo i severi standard di omologazione WLTP.
La presenza di Suzuki al Tour of the Alps 2023 sarà rafforzata dalla presenza della Suzuki Lounge, la zona hospitality, allestita in occasione di ogni tappa e attorno a cui graviterà la carovana del Tour, i suoi ospiti e la stampa specializzata.

Valori condivisi
La collaborazione tra Suzuki e Tour of the Alps 2023, ribadisce la sua condivisione dei più alti valori dello sport e in particolare di quelli del ciclismo. Chi pratica questa disciplina è l’esempio di quanto sia importante non arrendersi mai e applicarsi con costanza e impegno per superare i propri limiti e raggiungere i traguardi prefissati, anche quelli più ambiziosi. Questo è lo stesso atteggiamento con cui gli ingegneri Suzuki si dedicano ogni giorno al loro lavoro, determinati a progettare e costruire per la clientela auto, moto e motori fuoribordo affidabili, prestanti e rispettosi dell’ambiente.

Il commento di Massimo Nalli
“Dove si incontrano passione, sport con l’unicità dell’ambiente della montagna, Suzuki è di casa. Siamo felici che il Tour of the Alps abbia scelto Suzuki Hybrid per accompagnare l’organizzazione e gli atleti lungo il percorso e garantire il massimo rispetto della natura che attraverseranno.” ha commentato Massimo Nalli, Presidente di Suzuki Italia, che ha aggiunto: “il ciclismo rappresenta bene i valori di competizione, resistenza, rispetto delle regole e dell’avversario, che hanno caratterizzato la storia ultracentenaria di Suzuki Motor Corporation.”

Il commento di Giacomo Santini
“Siamo orgogliosi della collaborazione che ci unisce a Suzuki – spiega Giacomo Santini, Presidente del GS Alto Garda – basata su alcuni dei valori fondanti dell’alleanza euro-regionale, come la tutela del territorio e il rispetto dell’ambiente. È bello veder crescere di anno in anno l’intesa e la comunanza di visioni con un partner che ha creduto con forza nel ciclismo ed è stato protagonista di esperienze importanti: significa che non solo la nostra partnership, ma la nostra organizzazione, sta andando nella giusta direzione.”

Una competizione senza eguali
Così come accade per Suzuki, il Tour of the Alps affonda le sue radici in un passato lontano, ma affronta il presente con spirito innovativo. La corsa ha raccolto nel 2017 l’eredità del leggendario Giro del Trentino, che nelle sue quaranta edizioni aveva scritto pagine memorabili della storia del ciclismo. Il suo albo d’oro è costellato di nomi prestigiosi, che in epoca recente spazia da Vincenzo Nibali a Geraint Thomas, da Thibaut Pinot a Simon Yates.
Oggi Tour of the Alps, recupera quella tradizione agonistica e la rielabora, sposando una formula tanto moderna quanto avvincente, che dà sempre più importanza all’intensità della gara rispetto alla distanza coperta. Percorsi tecnici e sfidanti con chilometraggi contenuti invogliano i ciclisti a dare il meglio in ogni momento, a tutto vantaggio anche della spettacolarità.
Queste caratteristiche sono molto apprezzate sia dagli atleti sia dai team e portano il Tour of the Alps ad acquisire anno dopo anno un prestigio sempre maggiore sulla scena ciclistica internazionale. Quest’anno si schiereranno al via 19 squadre, ben otto delle quali appartenenti al circuito World Tour, cui si sommano l’Austria National Team, nove compagini Pro Continental e una Continental.
L’edizione 2023 prevede cinque tappe, per un totale di 752,6 km e con un dislivello complessivo di quasi 15.000 metri. Queste le frazioni in programma, due delle quali presentano anche un impegnativo arrivo in salita:
Lunedì 17 aprile – Tappa 1 - Rattenberg - Alpbach (127,5 km)
Martedì 18 aprile – Tappa 2 - Reith Im Aalpbachtal - Renon (165,2 km)
Mercoledì 19 aprile – Tappa 3 - Renon - Brentonico San Valentino (162,5 km)
Giovedì 20 aprile – Tappa 4 - Rovereto - Predazzo (152,9 km)
Venerdì 21 aprile – Tappa 5 - Cavalese - Brunico (144,5 km) 

SUZUKI ITALIA SpA
Ufficio Stampa e PR Corporate
Tel 011 9213711
press@suzuki.it

Seguici su Facebook, Twitter, Youtube, Instagram

Ti potrebbe interessare anche

settembre 26, 2023
settembre 13, 2023
settembre 12, 2023

In breve:- 100 equipaggi, 240 persone, 90 km percorsi, 3000 metri di dislivello, sono questi i numeri del 12° edizione del raduno ...

In breve: - La FISG, Federazione Italiana Sport del Ghiaccio, sceglie Suzuki per la stagione sportiva 2023/2024, dando il via al d...

In breve: - A partire dal 11 settembre, la Casa di Hamamatsu sarà protagonista del programma musicale “Don’t forget the lyrics! - ...

Automotive Events Suzuki

Automotive Sport Events Suzuki

Automotive Entertainment Pop Suzuki