Area Press > Auto

Stampa la pagina
Comunicato n°60  |  11-07-2017

Suzuki annuncia i risultati relativi al riciclo di veicoli in Giappone per l’anno fiscale 2016

- Suzuki Motor Corporation ha annunciato i risultati relativi al riciclo di veicoli per l’anno fiscale 2016 (da aprile 2016 a marzo 2017), in base alla Japan Automobile Recycling Law.

- Questa normativa stabilisce le misure da attuare nel riutilizzo dei mezzi alla fine del loro ciclo di vita.

 

In linea con i dettami della legge, Suzuki è chiamata a sostenere il trattamento e il riciclo adeguati dei residui della frantumazione delle autovetture (Automobile Shredder Residue, ASR), degli airbag e dei fluorocarburi. Il recupero di questi materiali avviene in modo appropriato, omogeneo ed efficace. Il loro trattamento è affidato alla Japan Auto Recycling Partnership, per quanto riguarda gli airbag e i fluorocarburi, mentre i residui della frantumazione sono inviati all’Automobile Shredder Residue Recycling Promotion Team.

 

I risultati della raccolta e del recupero dei materiali sono i seguenti:

 

·   Automobile Shredder Residue (ASR)

50.600,3 tonnellate di residui della frantumazione delle autovetture (ASR) sono state raccolte da 392.998 esemplari di veicoli giunti alla fine del loro ciclo di vita. Il tasso di riciclo è stato del 97,7%, ben al di sopra del 70% fissato come obiettivo dalla legge nell’anno fiscale 2015 e sin dall’anno fiscale 2008.

 

·   Airbag

951.445 airbag sono stati recuperati da 234.442 esemplari di veicoli giunti alla fine del loro ciclo di vita. Il tasso di riciclo è stato del 93,5%, superiore dunque all’85% fissato come obiettivo dalla legge.

 

·   Fluorocarburi

83.816,7 kg di fluorocarburi sono stati raccolti da 345.239 esemplari di veicoli giunti alla fine del loro ciclo di vita.

 

L'ambiente prima di tutto

Questi dati confermano la grande attenzione che Suzuki ha verso le tematiche ambientali e gli sforzi che compie costantemente per rendere sostenibile la mobilità a lungo termine.

 

Tutti i modelli della gamma Suzuki sono progettati e industrializzati per minimizzare il loro impatto sull’ambiente, con un occhio di riguardo all’intero ciclo di vita del veicolo.

 

È un processo che parte dall’approvvigionamento delle materie prime e arriva fino al recupero dei materiali al termine del ciclo di vita del mezzo, tenendo in particolare considerazione l’abbattimento dei consumi e delle emissioni nocive.

 

Suzuki, tradizione e innovazione dal 1909

Suzuki Motor Corporation è uno dei principali costruttori mondiali di automobili, motocicli e motori fuoribordo. Nel settore automobilistico l’Azienda è attualmente all’9° posto nella classifica mondiale dei Costruttori Automobili, con oltre 3 milioni di vetture prodotte all’anno, ed è leader sul mercato giapponese nei segmenti Keicar e Passenger car. L’Azienda nasce nel 1909 da un’idea imprenditoriale di Michio Suzuki, che, nella cittadina di Hamamatsu, in Giappone, costruisce uno stabilimento per la produzione di telai tessili. Nel 1920 l’Azienda viene profondamente riorganizzata al fine di intraprendere il cammino industriale su scala internazionale, prendendo il nome di Suzuki Loom Manufacturing Co.

Nel 1954 l’Azienda diviene Suzuki Motor Corporation Ltd e l’anno seguente, nel 1955, nasce la prima automobile a marchio Suzuki.

Da allora in avanti, l’attività industriale nei differenti settori ha proseguito il suo incessante cammino di crescita, puntando su valori quali l’affidabilità, il design e l’innovazione.

 

 

 

SUZUKI ITALIA SpA

Ufficio Stampa e PR Corporate

Tel 011 9213711     

press@suzuki.it

 

Immacolata Moretta

Katia Bertello               

Barbara Moscato       

Marta Matta

 

Seguici su Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Google+