settembre 19, 2018 - Suzuki Auto

La quarta generazione di Suzuki JIMNY arriva in Italia

cover

-    Dalla personalità unica e una dotazione tecnica di prim’ordine, il nuovo #jimny è il degno erede della gloriosa stirpe dei fuoristrada compatti #suzuki;

-    Con il nuovo listino #suzuki, in vigore dal 19 settembre, debutta ufficialmente sul mercato italiano la quarta generazione di #jimny;

-    Spinto da un motore 1.5 a benzina, #jimny è proposto in un unico allestimento, supercompleto per contenuti, a 22.500 Euro con cambio manuale e a 24.000 Euro con cambio automatico (prezzi IVA Inclusa, IPT esclusa). 

Suzuki #jimny è una vettura leggendaria che ha precorso i tempi, portando i fuoristrada anche nei centri urbani con stile e performance, sin dai primi anni 80. #jimny ha lasciato un marchio indelebile sulla storia dell’automobile e, oggi, è pronto a vincere nuove sfide, proiettandosi verso il futuro. La quarta generazione di #jimny, 20 anni dopo il lancio della 3° generazione del 1998, che arriva in questi giorni nelle Concessionarie italiane, dimostra quanto sia ancora attuale la filosofia progettuale originaria di #suzuki, fondata su concretezza e performance senza compromessi. #suzuki #jimny ha anticipato i tempi e ancora oggi si pone all’avanguardia, esempio ineguagliato di praticità, libertà, carattere e spirito di avventura.

Preparatevi dunque a rivivere il concetto di “The Real Thing”. 

Una leggenda su quattro ruote

Suzuki #jimny è l’autentico pioniere di tutti i fuoristrada ultracompatti e ha saputo attraversare le epoche restando fedele a se stesso, cosa più unica che rara nel mondo dell’off-road.

Il primo modello chiamato LJ10, #prodotto dal 1970, segnò una profonda rivoluzione nel panorama automobilistico mondiale.

A renderlo unico erano un peso piuma, un’agilità eccezionale e una robusta trazione integrale, l’ideale per muoversi negli spazi stretti e sui fondi accidentati. Tra le sue caratteristiche distintive c’erano anche un telaio a traliccio, le marce ridotte e gli assali rigidi, tre caratteristiche tramandate poi nel tempo e, unite all’installazione longitudinale del gruppo motopropulsore nei motori a 4 cilindri, condivise oggi dal nuovo #jimny.

La seconda generazione, introdotta nel 1981 e pensata per soddisfare le esigenze del mercato globale, può essere invece considerata a pieno titolo la capostipite dei moderni #SUV. Fu lei infatti la prima fuoristrada ad affermarsi sulla scena internazionale come un fenomeno di tendenza e a essere apprezzata su larga scala sia dal pubblico maschile sia da quello femminile

Questo successo è stato poi replicato dalla terza generazione, lanciata nel 1998, la cui evoluzione ha garantito un maggior comfort e un miglior rendimento stradale, senza limitare le performance fuori dall’asfalto.

E adesso il testimone passa nelle mani del nuovo #jimny, un’auto con cui #suzuki celebra la sua tradizione e alza l’asticella delle prestazioni così come della qualità della vita a bordo, della sicurezza di marcia e della versatilità d’impiego.

Una sagoma inconfondibile

Il legame tra la quarta generazione di #suzuki #jimny e i suoi antenati si coglie a prima vista. La carrozzeria è un capolavoro del #design, capace di fondere modernità e richiami al passato, bellezza e praticità. La sagoma richiama alla memoria i mitici Suzukini, con parabrezza verticale, mascherina con cinque feritoie e fari tondi, che adottano tuttavia la più recente tecnologia LED. Forma e funzione vanno di pari passo, perché il taglio squadrato e le dimensioni compatte migliorano la percezione degli ingombri, complici le ampie superfici vetrate e il cofano alto a conchiglia. Queste doti si apprezzano in città come nel fuoristrada, nel quale si dimostrano utili anche i passaruota maggiorati e le modanature laterali che proteggono la vernice dai sassi.

Quanto ai colori, il nuovo #jimny può essere ordinato in otto tinte, tre pastello, due metallizzate e tre in livrea BiColor, con il tetto nero in contrasto. Tra queste ultime spicca il Giallo Kinetic, perfetto per rendere l’auto più visibile in ogni condizione, mentre il Verde Amazzonia è la scelta giusta per mimetizzarsi nella vegetazione.

Concreto e autentico

L’abitacolo della quarta generazione di #suzuki #jimny è essenziale ma curato nei minimi dettagli. Tutti i comandi sono solidi e ben dimensionati per poter essere utilizzati anche con i guanti. I materiali impiegati sono di prima qualità, per garantire un’affidabilità totale anche nell’uso più gravoso.

In rapporto alla lunghezza complessiva di soli 3.645 mm, l’abitabilità è ottima e c’è la possibilità di abbattere lo schienale posteriore in modo frazionato per aumentare la capacità del bagagliaio fino a 830 litri. Il retro dei sedili posteriori e il vano di carico, dotato pure di pratici ganci di fissaggio, sono rivestiti in plastica, resistente e facile da pulire.

Anche negli arredi convivono stilemi classici e soluzioni moderne, con gli strumenti racchiusi in cornici squadrate affiancati da un touch screen da 7 pollici. Questo schermo fa da interfaccia a un sistema d’infotainment che integra sistema audio, Bluetooth e navigatore e assicura connettività con gli smartphone, grazie a Apple CarPlay, Android #auto e alla presa USB.

Niente optional, tutto di serie

La dotazione del nuovo #jimny, disponibile in un’unica versione, Top, completamente equipaggiata, rispecchia la filosofia #suzuki “Tutto di serie, senza sorprese”: optional, solo le verniciature speciali. L’equipaggiamento di serie comprende infatti: sistema multimediale, fari a LED con sistema di abbaglianti automatici “nontiabbaglio” e lavafari, fendinebbia, vetri posteriori oscurati, sedili anteriori riscaldati, climatizzatore automatico, il cruise control e i più evoluti sistemi di assistenza alla guida. Nel programma di sicurezza attiva #suzuki Safety Support rientrano difatti i sistemi “guidadritto” (mantenimento della corsia), “occhioallimite” (riconoscimento dei cartelli stradali e dei pedoni), “attentofrena” (frenata autonoma d’emergenza) e “restasveglio” (monitoraggio dei colpi di sonno).

Nobody but JIMNY

Da sempre #jimny è sinonimo di robustezza e la quarta generazione è pronta ad affrontare le prove più dure. Il nuovo telaio a traliccio vanta una maggiore rigidezza torsionale e garantisce una guida più confortevole, oltre a una elevata stabilità su ogni terreno.

La sua conformazione ha permesso di ridurre gli sbalzi e di ottenere valori straordinari per gli angoli di attacco (37°), di uscita (49°) e di dosso (28°).

Gli ingegneri di Hamamatsu hanno studiato sospensioni ad assale rigido capaci di dare alle ruote il miglior contatto con il suolo e che ben si abbinano alla trazione integrale inseribile 4WD ALLGRIP PRO. Questo raffinato schema di trasmissione consente di passare rapidamente dalle due alle quattro ruote motrici (modalità 2H e 4H) oppure di muoversi in #4x4 con le marce ridotte (4L), con cui si superano senza fatica le pendenze più elevate e i fondi a bassa aderenza.

Per gestire al meglio la motricità #jimny adotta anche il controllo della trazione LSD, che frena automaticamente le ruote che stanno slittando per redistribuire la coppia alle altre.

Per la quarta generazione di #jimny #suzuki ha scelto un nuovo motore 1.5 a benzina, montato longitudinalmente per ottimizzare la distribuzione dei pesi e ridurre il diametro di sterzata. Questa unità è più leggera del 15% e più compatta del 1.3 della generazione precedente, rispetto alla quale offre anche una maggior coppia, specie ai bassi regimi. La sua curva di erogazione si adatta così perfettamente tanto ai rapporti del cambio manuale a cinque marce quanto a quelli dell’automatico a quattro marce, che è offerto con un sovrapprezzo di 1.500 Euro. 

Con un quadro tecnico di questo livello, è chiaro come al mondo esistano posti che si possono raggiungere solo al volante di #jimny, vivendo un’esperienza di libertà alla guida assolutamente unica.

Suzuki, tradizione e innovazione dal 1909

Suzuki Motor Corporation è uno dei principali costruttori mondiali di automobili, motocicli e motori fuoribordo. Nel settore automobilistico l’Azienda è attualmente all’8° posto nella classifica mondiale delle vendite (fonte JATO), con oltre 3 milioni di vetture prodotte all’anno, ed è leader sul mercato giapponese nei segmenti Keicar e Passenger car.

L’Azienda nasce nel 1909 da un’idea imprenditoriale di Michio #suzuki, che, nella cittadina di Hamamatsu, in Giappone, costruisce uno stabilimento per la produzione di telai tessili.

Nel 1920 l’Azienda viene profondamente riorganizzata al fine di intraprendere il cammino industriale su scala internazionale, prendendo il nome di #suzuki Loom Manufacturing Co.

Nel 1954 l’Azienda diviene #suzuki Motor Corporation Ltd e l’anno seguente, nel 1955, nasce Suzulight la prima automobile a marchio #suzuki, seguita nel 1970 da #jimny serie LJ10, il primo #4x4 compatto.

Da allora in avanti, l’attività industriale nei differenti settori ha proseguito il suo incessante cammino di crescita, anche nei settori dei motocicli e dei motori marini fuoribordo puntando su valori quali l’affidabilità, il #design e l’innovazione.

SUZUKI ITALIA SpA

Ufficio Stampa e PR Corporate

Tel 011 9213711    

press@suzuki.it

Katia Bertello

Marta Matta

Alessandro Berardi

Barbara Moscato

Immacolata Moretta

Seguici su FacebookTwitterYoutubeInstagramGoogle+